Sposarsi in Calabria

Cosa cucino oggi? Ricette che Passione ti offre ogni giorno un nuovo menù

Uova di Galline Libere

Uova di Galline Libere

L'uovo è un alimento naturale, può essere consumato crudo o cotto, da solo o per realizzare altre pietanze più o meno complesse. L'uovo un alimento di origine animale, in cucina si usano uova di gallina in prevalenza, ma molto buone sono anche le uova di papera, di oca, o di struzzo. Noi oggi parliamo di uova di gallina, conosciute ed usate in tutto il mondo. Le uova sono senza dubbio un alimento tra i più nutrienti al mondo, ricche di proteine, grassi buoni, e vitamine. Si compongono di tre parti, il guscio, l'albume conosciuto come il bianco dell'uovo, e il tuorlo conosciuto come il rosso dell'uovo.

Parlando di uova di gallina, un alimento così semplice ma ricco di proprietà e di valori nutrizionali, un alimento in grado di soddisfare diversi bisogni alimentari, non si può far a meno di parlare di galline, oggi molte sono le aziende che producono uova come se fossero loro a farle, in realtà sono delle povere galline, spesso sfruttate, tenute in gabbia, in regime di produzione intensivo che ci danno le uova. Io voglio invece parlarvi delle galline che ho sempre conosciuto, quelle che crescevano, e crescono ancora oggi libere nella campagna, da uova fecondate, covate sotto mamma chioccia venivan fuori una decina di pulcini, batuffoli lanuginosi morbidi e teneri che seguivano mamma chioccia, che pian piano diventavano gallinelle pronte a darci deliziose uova fresche.

Che meraviglia queste uova, ogni uovo è diverso dall'altro, mica tutte le galline son uguali, o mangiano lo stesso cibo, ognuna si nutre di quel che trova nella sua passeggiata nell'aia, così anche le uova son diverse, più chiare, o scure, grandi o piccole. Il gusto sempre delizioso, intenso, adatte per il consumo di grandi e piccini, anche crude, in meravigliosi zabaioni, o altre ricette succulente. I miei primi ricordi legati alle uova, sono senza dubbio le uova sotto la chioccia e i piccoli pulcini che ne venivan fuori. La raccolta delle uova, nel nido, un covo di paglia dove tutte o quasi tutte le galline andavano a depositare il loro uovo giornaliero, poi capitava che qualcuna cattivella lo faceva in giro, e la ricerca era una nuova avventura e un gioco per me ancora bambina che con i miei fratelli ce ne andavamo a spasso alla ricerca di uova in nuovi nascondigli che le galline più furbe si procuravano in campagna. Avevamo un metodo infallibile per trovare le galline furbette, aspettavamo il solito canto, quello che le galline emettono dopo aver deposto le uova, e seguendo il suono riuscivamo a scovarle. Così ce ne tornavamo a casa con un bel bottino di uova fresche.

La mamma ci imbottiva di uova, eravamo dei bambini liberi, come le galline, sempre in giro a giocare, ma prima di uscire, lei ci preparava un bel bicchiere di zabaione allungato con latte, che procuravamo nella nostra fattoria, o con orzo, questo lo compravamo al supermercato, ma ne producevamo anche noi, ma questo era le pecore.

Quando si apre un uovo di una gallina cresciuta libera, si può subito notare la differenza con un uovo di una gallina d'allevamento, il tuorlo è più compatto, e colorato di un bel aranci oscuro, l'albume più sodo. La mia mamma ancora oggi ha le sue belle galline che starnazzano libere, una gioia vederle in giardino, tutte riunite, col gallo che canta e fa il piacione.

Che meraviglia le uova, ricordo come spesso hanno risolto una cena, un uovo fritto con un po' di ciccioli di maiale, o a Pasqua i Cuzzupe con l'uovo, che a dir la verità a casa mia si chiamano cannaleri, mia mamma ne preparava uno per ognuno dei suoi sei figli, con l'uovo bagnato messo nell'impasto dolce e poi infornato. Ormai siamo tutti lontani e le buone abitudini perse, ma spesso torno a casa a prendere delle buone uova fresche. Non tutti abbiamo un ampio terreno dove lasciare libere le galline, e quindi meglio non allevarne, ma alle buone uova non si rinuncia.

 
<< Indietro
     
Utilità...
Disclaimer Copyright Contatti
Privacy